DECAPOLIS


Cose dell’altro mondo. E magari anche di questo.

2manifestounitario2016-17

Assemblea diocesana elettiva

È convocata per domenica 12 marzo 2017 l’Assemblea diocesana elettiva dell’Azione Cattolica di Trieste: il ritrovo è alle ore 14.00 presso il Seminario Vescovile di via Besenghi 16. Segue la locandina con maggiori informazioni: ASSEMBLEA2017 locandina

P1200601

Giorno del Ricordo a Crassiza

di Mario Ravalico

 

10 febbraio, Giorno del Ricordo. Non solo della tragedia delle foibe e dell’esodo nel secondo dopo guerra ma anche della più complessa vicenda del confine orientale. Così recita l’art. 1 della legge che istituisce la Giornata del Ricordo. Ed è per questo che quest’anno, per la prima volta, l’Associazione delle Comunità Istriane ha proposto e inserito nel programma delle diverse iniziative concordate con il Comune di Trieste che caratterizzano questa giornata, anche il ricordo e l’omaggio al monumento che ricorda il beato don Francesco Bonifacio, martire della Chiesa tergestina. Monumento che è stato voluto e realizzato dall’Azione Cattolica di Trieste, e condiviso dai fedeli del territorio, sul sentiero che da Grisignana va verso Crassiza, proprio là dove il sacerdote venne arrestato e poi fatto sparire, non si sa dove.Leggi tutto

rembrandt-return-of-the-prodigal-son11

Dio è madre

di don Sergio Frausin

 

«La compassione verso di noi è divenuta madre. Il Padre per aver amato si fece donna».

(Clemente Alessandrino, Quis dives salvetur 37, 2).

L’incarnazione dell’amore paterno e materno di Dio, offerta di tenerezza, vera ricchezza, per ogni essere umano.

«Guarda i misteri dell’amore e allora contemplerai il seno del Padre che soltanto l’unigenito Figlio di Dio ha manifestato1. È anche lui stesso il Dio amore2 e da amore per noi fu preso (ethȇráthȇ). E, mentre l’ineffabilità di lui è Padre, la compassione verso di noi è divenuta madre. Il Padre per avere amato si fece donna, e di questo è grande segno colui che egli generò da se stesso. Per questo anche lui discese, per questo rivestì l’umanità, per questo patì volontariamente ciò che è degli uomini, affinché dopo essersi misurato con la debolezza di noi che egli amò3, potesse in cambio misurare noi con la sua potenza. E quando stava per offrirsi in libagione4 e dare se stesso come riscatto ci lascia una nuova alleanza: “Vi do il mio amore” (Gv 14,27; 13,34) […] Per ciascuno di noi ha dato la sua vita che vale l’universo intero: ci chiede in cambio la stessa cosa l’uno per l’altro […]5 Tu, invece, impara la “via eccellente”6 che Paolo indica per la salvezza: l’ “amore non cerca le cose sue”7, ma si riversa sul fratello […] “L’amore copre una moltitudine di peccati8; l’amore perfetto caccia via la paura”9 […] L’amore non viene mai meno»

(Clemente Alessandrino, Quis dives salvetur?, 37,1-39 [passim])Leggi tutto

40adesioni2017-tagliato_0

Verso l’Assemblea elettiva

di Giuliana Terzani Ravalico

 

 

Il mio mandato di presidente diocesana di Azione cattolica, lungo quasi quattro anni, dal 1998 al 2002, è stato caratterizzato dal passaggio al terzo millennio.

È stato un periodo di riflessione e ricerca nella Chiesa: tre anni di preparazione al grande Giubileo con pellegrinaggi sia a San Giusto che a Roma e sfide importanti come la richiesta del vescovo Eugenio della purificazione della memoria.Leggi tutto

logo_paroleostili

Parole o stili: solo bon ton?

di Giovanni Grandi

 

Si aprono oggi a Trieste i lavori di Parole O_stili, un’iniziativa di sensibilizzazione sulla violenza e sull’ostilità che nascono sui social media, inquinando le relazioni, allontanando le persone e trasmettendo la percezione crescente di un mondo lacerato da profondi contrasti. Leggi tutto

Mario-Righi (1)

In ricordo di Mario Righi

Pubblichiamo il testo del saluto tenuto nel corso della messa esequiale dalla moglie Maria l’11 febbraio nella chiesa del cimitero di Sant’Anna e, di seguito, il ricordo scritto da Claudio Vardabasso, già pubblicato su «Vita Nuova» del 10 febbraio u.s.Leggi tutto

giornodelricordo-13

Il mio esodo

di Mario Ravalico

 

All’inizio del maggio 1954 finalmente arrivò l’autorizzazione a partire da Pirano verso Trieste, non era ancora Italia, ma Zona A del Territorio Libero di Trieste: una grande emozione e, insieme, una grande paura per l’ignoto. Non avevo terminato l’anno scolastico: non riuscii a ricevere la pagella della terza ottennale (corrispondente alla terza media) perché fu stabilito dalle autorità jugoslave che la nostra partenza doveva avvenire in quel mese, mentre la scuola sarebbe terminata a fine giugno. Si doveva fare così, non c’erano via di scampo o possibili mediazioni, se si voleva mantenere la propria identità e la cittadinanza italiana. Mio padre trovò il camion che avrebbe caricato le nostre poche e povere cose; aveva anche un rimorchio sul quale un’altra famiglia mise le proprie masserizie. Fu definito il giorno della partenza: era il 25 maggio, una data che per tutta la vita non potrò più dimenticare! Avevo solo tredici anni e quattro mesi e la mia vita stava per cambiare, definitivamente.Leggi tutto

cilicio

La mortificazione corporale

di Mario Ravalico

 

Il tema del sacrificio e più ancora della mortificazione e della penitenza si ritrova spesso negli scritti di don Francesco Bonifacio. È una costante del suo cammino e della sua ascesa spirituale. I propositi assunti durante la sua partecipazione agli esercizi spirituali e ai ritiri mensili ne sono una conferma, come pure le riflessioni che fissava sul suo Diario personale. Leggi tutto

xborca-di-cadore-marcelojlourenco-flickr-850x415.jpg.pagespeed.ic.oSP2s0EBrN

Campo invernale Giovani

Il Settore Giovani dell’AC di Trieste invita gli aderenti Giovani, i loro amici e gli interessati dai 18 anni in su a partecipare al campo invernale, che si svolgerà a Borca di Cadore dal 3 al 5 marzo 2017: una bella occasione per sciare, andare alle terme, fare un giro a Cortina in compagnia…

Il costo a persona è 50 euro e le iscrizioni sono da inviare entro il 28 febbraio scrivendo all’indirizzo email giovani@azionecattolica.trieste.it, comunicando se si dispone di un’auto o se si necessita di un passaggio.

papa-francesco-firenze

Verso il Sinodo sui giovani

di don Davide Chersicla

 

 

Il 13 gennaio è stato presentato il Documento preparatorio per il prossimo Sinodo dei vescovi che si terrà nell’ottobre 2018. Il papa continua a meravigliarci con il suo agire da vero pastore della Chiesa universale. Se, infatti, l’attenzione dello scorso Sinodo dei vescovi era sulla famiglia, istituzione che in questo periodo soffre una certa difficoltà, il prossimo Sinodo, che si terrà nell’ottobre del 2018, avrà come titolo I giovani, la fede e il discernimento vocazionale.Leggi tutto