Generazioni


La vita in AC, giorno per giorno

La vita in AC, giorno per giorno

Ede

Ricordi di una bambina di Villa Gardossi

di Ede Dubaz

 

Vorrei ringraziarvi per l’invito e dirvi che sono molto emozionata di essere qui tra di voi.

Ho preparato una paginetta che vi leggerò per potervi raccontare i miei ricordi, quelli di una bambina che ha conosciuto don Francesco e che molto tempo fa ha fatto parte dell’Azione cattolica come voi, e posso dirvi che è stata un’esperienza di vita e di fede felicissima.

Era quasi ottant’anni fa e vivevo a Villa Gardossi (l’attuale Crassiza).Leggi tutto

assemblea2017

Celebrata l’Assemblea

di Andrea Dessardo

 

 

Ogni tre anni l’Azione cattolica, unica tra le aggregazioni laicali, si riunisce in assemblea per rinnovare democraticamente le cariche sociali, verificare quanto realizzato e individuare gli obiettivi per gli anni a venire. È un processo che investe tutti i livelli dell’associazione: nei mesi scorsi le diverse associazioni parrocchiali hanno votato i loro responsabili e i delegati all’assemblea diocesana, che si è svolta domenica 12 marzo presso il Seminario di via Besenghi, alla presenza del vescovo mons. Giampaolo Crepaldi, per eleggere il nuovo consiglio diocesano. Il 26 marzo verrà rinnovata la delegazione regionale del Triveneto, mentre alla fine di aprile, insieme al papa, si celebrerà a Roma l’assemblea nazionale, nel centocinquantenario della fondazione della Società della gioventù cattolica italiana, primo nucleo dell’Azione cattolica, diffusa su tutto il territorio nazionale.Leggi tutto

40adesioni2017-tagliato_0

Il cammino dell’Assemblea sulle orme di papa Francesco

di Luigi Russo

 

 

Credo di non poter tenere separata la mia esperienza di presidente diocesano nel triennio 1989-92, e protrattasi per un breve periodo in quello successivo, dai sei anni di vicepresidente del Settore Adulti che l’hanno preceduta. Questo perché la mia adesione all’Azione cattolica inizia con la mia nomina a vicepresidente del Settore Adulti (con allegato, insieme a mia moglie Renata, di titolare dell’Ufficio Famiglia di Ac, come richiesto dal vescovo). Mi sono così gradualmente inserito nell’Associazione di cui non conoscevo molto, provenendo da un cammino di congregato mariano con i gesuiti e da un’esperienza di pastorale familiare che ha avuto il suo momento forte nella partecipazione a Roma nel 1979 al Convegno nazionale su Evangelizzazione e promozione umana della famiglia.Leggi tutto

img-20160911-wa0013

Un amico a Grisignana

di Erik Moratto e Paola Godini

 

Il beato don Francesco Bonifacio ha consentito il riavvicinamento fra due comunità, quella di Trieste e quella dell’Istria, di Grisignana e Crassiza, italiani e croati, esuli e rimasti. Un piccolo miracolo, a suo modo, che l’Azione cattolica s’impegna a coltivare, gettando, una volta di più, dei ponti al di là dei fossati scavati dalla storia.

I frutti di questi incontri andranno sempre più scoperti e assaporati. Un primo assaggio è questa intervista a Marko, un giovane di Grisignana, studente di Fisica attivo nella Gioventù francescana, che i recenti pellegrinaggi ci hanno fatto conoscere.Leggi tutto

40adesioni2017-tagliato_0

Verso l’Assemblea elettiva

di Giuliana Terzani Ravalico

 

 

Il mio mandato di presidente diocesana di Azione cattolica, lungo quasi quattro anni, dal 1998 al 2002, è stato caratterizzato dal passaggio al terzo millennio.

È stato un periodo di riflessione e ricerca nella Chiesa: tre anni di preparazione al grande Giubileo con pellegrinaggi sia a San Giusto che a Roma e sfide importanti come la richiesta del vescovo Eugenio della purificazione della memoria.Leggi tutto

Mario-Righi (1)

In ricordo di Mario Righi

Pubblichiamo il testo del saluto tenuto nel corso della messa esequiale dalla moglie Maria l’11 febbraio nella chiesa del cimitero di Sant’Anna e, di seguito, il ricordo scritto da Claudio Vardabasso, già pubblicato su «Vita Nuova» del 10 febbraio u.s.Leggi tutto

giornodelricordo-13

Il mio esodo

di Mario Ravalico

 

All’inizio del maggio 1954 finalmente arrivò l’autorizzazione a partire da Pirano verso Trieste, non era ancora Italia, ma Zona A del Territorio Libero di Trieste: una grande emozione e, insieme, una grande paura per l’ignoto. Non avevo terminato l’anno scolastico: non riuscii a ricevere la pagella della terza ottennale (corrispondente alla terza media) perché fu stabilito dalle autorità jugoslave che la nostra partenza doveva avvenire in quel mese, mentre la scuola sarebbe terminata a fine giugno. Si doveva fare così, non c’erano via di scampo o possibili mediazioni, se si voleva mantenere la propria identità e la cittadinanza italiana. Mio padre trovò il camion che avrebbe caricato le nostre poche e povere cose; aveva anche un rimorchio sul quale un’altra famiglia mise le proprie masserizie. Fu definito il giorno della partenza: era il 25 maggio, una data che per tutta la vita non potrò più dimenticare! Avevo solo tredici anni e quattro mesi e la mia vita stava per cambiare, definitivamente.Leggi tutto

papa-francesco-firenze

Verso il Sinodo sui giovani

di don Davide Chersicla

 

 

Il 13 gennaio è stato presentato il Documento preparatorio per il prossimo Sinodo dei vescovi che si terrà nell’ottobre 2018. Il papa continua a meravigliarci con il suo agire da vero pastore della Chiesa universale. Se, infatti, l’attenzione dello scorso Sinodo dei vescovi era sulla famiglia, istituzione che in questo periodo soffre una certa difficoltà, il prossimo Sinodo, che si terrà nell’ottobre del 2018, avrà come titolo I giovani, la fede e il discernimento vocazionale.Leggi tutto

logo pace_0

Festa della Pace

a cura dell’Equipe diocesana dell’Acr

I ragazzi dell’ACR non si smentiscono mai: la loro voglia di partecipare, divertirsi, capire, stare assieme, giocare ed essere amici di Gesù si è fatta sentire anche quest’anno alla Festa della Pace, tradizionale appuntamento diocesano organizzato dall’équipe ACR che, questa volta, si è svolto negli ambienti della parrocchia di San Marco Evangelista nel pomeriggio di sabato 28 gennaio. Intenso, come sempre, il lavoro di squadra dietro le quinte della festa, il quale ha coinvolto una quarantina di volontari tra équipe, scuola educatori e ACRband (perché, per l’appunto, di festa si tratta) e che ha permesso di accogliere al meglio un centinaio di ragazzi partecipanti dei diversi archi d’età (piccolissimi, 6/8, 9/11 e 12/14).Leggi tutto

IMG-20170111-WA0001

Il Natale di Mission Moldova

di Luca Tedeschi

 

Abbiamo raggiunto via WhatsApp due giovani della diocesi di Trieste che sono partiti subito dopo Natale per alcuni giorni di servizio in Moldavia nel nome di Mission Moldova, associazione diocesana triestina che vede impegnati nelle sue attività diversi giovani che portano avanti il percorso formativo del Settore Giovani nelle loro parrocchie. Sono Sebastiano, 25 anni, della parrocchia della Beata Vergine delle Grazie e Damiano, diciottenne di Madonna del Mare.Leggi tutto