Beato Francesco Bonifacio


Per la santità, alle volte, basta poco. Alle volte quel poco è tutta la vita. Notizie e iniziative per imparare da un martire del Novecento.

IMG-20190804-WA0006

Il Sentiero Beato Francesco Bonifacio sbarca on-line

di Erik Moratto

 

Da un po’ di tempo, su sollecitazione di molti possibili pellegrini, abbiamo meditato sul come condividere al meglio i numerosi materiali utili a percorrere il Sentiero Bonifacio in modo sicuro e informato.

Con la collaborazione di Don Davide Chersicla (assistente giovani di Ac e anche direttore del Servizio di Pastorale giovanile di Trieste) sono già stati distribuiti oltre cento libretti presso le Pastorali giovanili di tutta Italia. Ma non era sufficienti! Così ecco lo sbarco su Facebook con una pagina dedicata.

Qualunque utente può accedervi e visitare la pagina che è strutturata sia per chi vuole semplicemente curiosare e fare un viaggetto on line per qualche minuto tramite le foto di questi fantastici luoghi a due passi da Trieste, sia per chi ha intenzione di camminare realmente su questi luoghi santi, anche per un solo giorno.

Infatti nella pagina sono già visibili le  foto di alcuni pellegrini, gruppi o singoli, e alcuni articoli apparsi a livello nazionale sul cammino. Ma non bisogna fermarsi qui, infatti si possono ottenere le tracce GPS e scaricare la  “Guida del Pellegrino” in formato pdf, in maniera semplice e gratuita.

I primi mesi on line sono stati positivi: oltre un migliaio di visitatori e circa  300 le persone seguono la pagina in maniera costante. Non sono poi mancate le condivisioni, cioè il prendere il contenuto e condividerlo nelle pagine dei singoli o gruppi, in particolare il Movimento scout adulti e la Diocesi di Parenzo e Pola, con cui c’è sempre reale condivisione e stima reciproca nel promuovere il culto di Don Francesco.

Non sono mancate nemmeno le richieste di interviste, come quella di  “Cammini d’Italia”, un sito on-line che raccoglie tutti i Sentieri visti da un punto di vista ambientale, storico e spirituale organizzati per Regione; è presente sui social ed è seguito da oltre 25.000 persone.. Anche  ad alcune persone singole è stato chiesto perché intendano vivere da pellegrini il sentiero per alcuni giorni.

L’inizio on-line è quindi molto positivo ma bisogna avere pazienza, infatti molti Cammini simili hanno inizi intermittenti, anni in cui arrivano decine di persone ed anni in cui i pellegrini si contano sulle dita di una mano. I frutti si vedranno nel medio termine, premio di coloro che persevereranno, nel cammino come nella vita: don Francesco docet!

Acconsenti al trattamento dei dati personali