Due passi in città


Quelli che... la sacrestia è confortevole e affrescata, ma non è esattamente casa loro. Ovvero: da laici cristiani, nel sociale e nel politico.

foto articolo venezuela

Radio Bullets

di Davide Martini

 

F. M.

Radio Bullets (https://www.radiobullets.com) — Le notizie che frantumano il silenzio (bullets significa proiettili) — è un progetto giornalistico creato da giornalisti e operatori dell’informazione. Nasce alla fine del 2015 su un sogno: quello di ritrovare la qualità di un mestiere dove indipendenza, competenza, passione e impegno sono alla base di una professione che dovrebbe essere garanzia per chi legge. Ci sono tante notizie che non trovano spazio nei media tradizionali: in particolare, in Italia si parla pochissimo di esteri (ormai la figura del corrispondente è quasi sparita, quella dell’inviato notevolmente ridimensionata: quando succede qualcosa, s’invia qualcuno all’ultimo minuto e per poco tempo, senza creare le condizioni perché possa comprendere veramente cos’è accaduto), mentre Radio Bullets crede che conoscere quello che ci circonda permetta di capire anche il nostro Paese; per farlo però occorre continuità, approfondimento, studio e tempo.

Barbara Schiavulli, giornalista e direttrice di Radio Bullets (https://www.radiobullets.com/members/barbara-schiavulli/), grazie a un progetto di crowdfunding (una raccolta finanziaria a cura di lettori e ascoltatori desiderosi di sostenere un’informazione libera) in Venezuela ci è andata la prima volta nell’agosto del 2017, quando del Venezuela e della sua crisi non parlava nessuno, e ci è tornata ora, raccontando soprattutto la drammatica quotidianità della gente comune. In questo articolo parla del difficile viaggio degli aiuti umanitari in un Paese in ginocchio, dove mancano i più elementari medicinali e gli ospedali sono tra i posti meno sicuri, come hanno dimostrato anche i recenti fatti di cronaca.

 

https://www.radiobullets.com/rubriche/una-goccia-nel-mare/

Acconsenti al trattamento dei dati personali